Sestri Levante

La Leggenda di Sante sulla Penisola di Sestri Levante:

..C’era una volta un posto incantevole affacciato sul Mar Ligure, un angolo dove il mare era più azzurro e dove il sole si specchiava più a lungo. Qui le sirene, incantate da quel magnifico scenario offerto dall’Isola di SESTRI LEVANTE, elessero la loro dimora e si adagiarono sugli scogli che, come piccoli troni, emergevano dall’acqua. Dalla riva, TIGULLIO, il più giovane e bello dei Tritoni, vide un giorno SEGESTA, la più bella ed affascinante delle Sirene, con gli occhi più azzurri del mare e i capelli più lucenti del sole e se ne invaghì perdutamente. Una notte, mentre la luna rendeva d’argento gli scogli e tante, tante stelle palpitavano come il suo cuore, Tigullio tentò di rapire Segesta, ma Nettuno, Dio del Mare, non gradì che quel paradiso venisse privato della più armoniosa delle sue gemme e punì, pietrificandolo, quel braccio proteso a ghermire la sirena.
Nacque così un’istmo, un meraviglioso istmo, che congiunse l’isola al continente…
Si formarono così i due volti della città, le due arenose spiagge, i due piccoli e romantici golfi, che ebbero in dono da poeti di fama mondiale gli appellativi di “Baia del Silenzio” e “Baia delle Favole”.
… Ed ancor oggi è impossibile guardare a quel promontorio, a quegli scogli e a quel mare, senza credere che là in mezzo vi dimorino tuttora le Sirene.
E’ questo incanto che continua a tramandare al mondo la leggenda dell’antica “Segesta Tigulliorum”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...